2013 - Santeramo in Colle (BA) - Housing Sociale

ENTE PROMOTORE: Noema di Michele Di Noia
SITO: Centro urbano
PROGETTO: Luca Farinelli e Maria Chiara Santi con Michele Filippini, Elisa Mazzola, Giulio Cesare Ghermandi
PROGETTO IMPIANTI: Michele Buzzoni, Riccardo Accorsi (A.T.E.S. Società Cooperativa di Ingegneria)

ANNO: 2013



Il progetto sposa il concetto di compatibilità e sulla base degli aspetti ambientali orienta le scelte progettuali in materia architettonica tipologica e tecnologica. Il concetto di compatibilità è interpretato anche nel senso di relazione con il contesto: ciò si traduce nella valorizzazione di un elemento caratterizzante il sito in maniera peculiare, ovvero le altimetrie. Si prevedono tre volumi compatti orientati secondo l’asse eliotermico e disposti su livelli differenti che assecondano il terreno. Un ballatoio centrale di distribuzione funge anche da camino orizzontale per sfruttare la ventilazione naturale. Gli alloggi rappresentano tipologie differenti per garantire una mixité intesa come eterogeneità di destinatari. Si prevedono sistemi passivi e fonti rinnovabili, e impianti di ultima generazione a gestione intelligente. I materiali impiegati sono locali ed eco-compatibili. L’area verde, integrata agli edifi ci, è concepita come catalogo del paesaggio santermano (Murge, Matine, Bosco) e caratterizzata da oggetti di design urbano appositamente ideati.



Si sono così configurati volumi compatti e articolati su quattro piani, che si aprono all’esterno con ampie terrazze schermate da brise-soleil lignei su tre lati; il quarto prospetto, quello sud, rimane chiuso e protetto da una parete ad alta massività, che riduce al minimo lo scambio termico tra esterno e interno degli edifici.

dimensioni reali

Questi sono articolati in due corpi collegati da un ballatoio centrale; oltre che da elemento distributivo, esso funge per così dire da camino orizzontale che combina la ventilazione passante orizzontale con l’effetto camino, e ottimizza la portata d’aria da ventilazione naturale: aperto sui due prospetti, cattura l’aria proveniente da nord e la incanala verso sud, con una conseguente azione di raffrescamento e ventilazione. Aperture ricavate nel solaio accentuano l’effetto di ventilazione e garantiscono il ricambio d’aria, oltre all’illuminazione naturale.